FANDOM


PersonaggioModifica

Rei ogami

Rei Ogami

Modifica

Rei Ogami (大神 零, Ogami Rei) è il protagonista maschile del manga Code: Breaker ideato da Akimine Kamijyo. Fa parte dei Code:Breaker, in cui è entrato per cercare indizi utili a trovare il Ricercato, suo fratello maggiore, e il suo codice è Code:06. È il primo Code:Breaker che Sakura incontra e quello al quale più si affeziona.

Personalità e AspettoModifica

Ogami è inizialmente un ragazzo senza emozioni, dedito solo all'adempimento del suo incarico. Tuttavia, dopo aver conosciuto Sakurakoji ed essersi ritrovato suo malgrado insieme agli altri Code:Breaker, divenne leggermente più spontaneo. Trova che Sakurakoji sia un interessante oggetto di studio, e più volte dice che è buffa e anche stupida, in quanto la ragazza è sempre convinta di potersela cavare in ogni situazione. Quando Haruto, il killer a cui Ogami ha carbonizzato un braccio, si presenta nella sede del Clan Kizakura, il cui capo è Gotoku Sakurakoji, il Code:Breaker non lo uccide dopo aver visto Sakura affrontare le sue fiamme azzurre pur di salvargli la vita. Si preoccupa continuamente per l'incolumità della ragazza e, quando lei viene rapita dal Ricercato, Ogami appare distratto, tanto da venire a scuola in pigiama, con una flebo attaccata al braccio e la cartella piena di cibo in scatola. È perticolarmente accondiscendente nei riguardi di Yuki, nonostante con il progredire della serie diventi sempre meno freddo.

StoriaModifica

Del passato di Ogami non si sa quasi nulla. Da piccolo, forse in un momento di follia, pare abbia ucciso entrambi i genitori, e in quell'occasione il braccio sinistro gli fu stato strappato, per ragioni ignote, da Sakura; in seguito gli fu impiantato l'arto di Code:Emperor, che funge da cuore per Ogami. Dopo questo fatto, probabilmente per lo shock emotivo, aveva perso la memoria ed era stato cresciuto dal fratello, colui che in seguito sarebbe divenuto noto con il nome di Ricercato. In seguito abbandonò il fratello e divenne un Code:Breaker, e come agente gli fu affidata Kanda. Era l'allievo prediletto di Hitomi, ex Code:01, che gli spiegò l'etica dei Code:Breaker e il motivo per il quale esistevano. Sviluppò ben presto un profondo senso di rivalità verso Toki, il Code:04, che lo riteneva disgustoso a causa del suo sguardo. Nel capitolo 121 si scopre che è stato Ogami a insegnare a Sakura ad amare tutti gli essere viventi ed è grazie a lui che la ragazza ama abbracciare le persone.

PresenteModifica

Ogami appare per la prima volta nel primo capitolo, mentre sta bruciando con la fiamma azzurra dei cacciatori di senzatetto, membri della banda criminale nota con il nome di G-Falcon, che spacciano partite di droga rastrellate dai poliziotti per conto del questore e degli yakuza. Sakura lo vede dal finestrino dell'autobus mentre sta rincasando. Il giorno dopo si presenta come suo nuovo compagno di classe, nella classe I-B del liceo frequentato dalla ragazza. Si incontrano nuovamente quando a Ogami è ordinato da Eden di eliminare i restanti membri dei G-Falcon. Tuttavia, sul posto vi è anche Sakura, che sta cercando invano di proteggere i senzatetto e Cane, di cui si sta prendendo cura. Ogami, dopo aver ucciso l'animale per porre fine alle sue sofferenze, si toglie il guanto che gli copre la mano destra e brucia con la fiamma azzurra i delinquenti. Dovrebbere uccidere anche la giovane, poiché è un testimone oculare, ma decide di risparmiarla dopo aver scoperto che è una Specie Rara, in grado di resistere al suo potere. Da quel momento la ragazza prende a seguirlo durante gli incarichi, facendo di tutto per non permettergli di uccidere, anche a scapito della sua stessa vita. In vista dello scontro con i Re-Code sarà allenato, insieme a Toki, da Shibuya; grazie a questo allenamento riuscirà a prevalere sul RIcercato e infine a ucciderlo.==Poteri Speciali==

  1. Fiamma Azzurra: la manifestazione basilare del potere di Ogami consiste in una fiamma di un azzurro intenso, che scaturisce naturalmente dalla sua mano sinistra. Inizialmente può bruciare solo ciò che tocca, ma se si toglie l'anello che porta al pollice la sua potenza aumenta notevolmente, anche se vi è il rischio che perda il controllo del potere, e può incenerire cose che si trovano a una certa distanza, "lanciando" addosso al nemico delle fiammelle che al comando Flame away bruciano l'avversario. La sede del potere di Ogami è il suo braccio sinistro, che gli fu impiantato dopo essere stato sportato da un individuo chiamato Code:Emperor: il potere di costui non faceva parte di questo mondo, e Ogami è l'unico ad essere compatibile con un arto di Emperor. Come ogni potere di cui dispone Ogami, la Fiamma Azzurra richiede in tributo qualcosa, per la precisione il peccato capitale della gola.
  2. Belphegor: una fiamma nera, che Ogami riceve quando nel capitolo 103 muore e visita l'Inferno. Brucia uno dei sette peccati capitali, anche se al momento non si sa ancora quale. Sia Ogami che Code:Emperor sono in grado di utilizzarla e può essere sfruttata anche come difesa: infatti il suo potere offensivo è minore rispetto a quello della fiamma azzurra. Per essere usata necessita di un tributo, che di solito consiste in un organo.
  3. Mammon: è il nome dato alle fiamme gemelle bicromatiche (una gialla, l'altra blu) che Code:Emperor ha donato a Ogami nel capitolo 111; è in grado di bruciare uno dei peccati capitali, come Belphegor, nonostante anche in questo caso non si sappia quale. Solo Code:Emperor è in grado di maneggiarla, e la chiama "bestia selvaggia" a causa della sua potenza spaventosa. Assume la forma di due uccelli scheletrici che, schiantandosi contro l'avversario, generano un'esplosione fortissima.
    • Suono: durante lo scontro con Yuki Ogami assorbe temporaneamente il suo potere del suono e lo offre come tributo per utilizzare Belphegor.

TecnicheModifica

    • Flame Away (燃え散れ, Moechire): la fiamma azzurra di Ogami si allontana dalla sua mano per avvolgere l'avversario e incenerirlo.
    • Togame No Hoono (letteralmente fiamma del rimprovero): quando la fiamma entra in contatto con l'obbiettivo, questi la assorbe involontariamente, ed essa rimane nel suo corpo fino alla morte, bruciando il soggetto solo in caso di azioni punibili secondo il giudizio dei Code:Breaker. Ogami la utilizza su Haruto.



CuriositàModifica

Odia gli oggetti, e per questo li distrugge subito senza conservare nulla. I compagni di classe gli regalano una lista in cui vi sono scritti tutti i loro nomi, poiché non riusciva mai a ricordarli, e Ogami distrugge anche quella, dopo averli imparati a memoria. Sta particolarmente simpatico ai cani, che si ammansiscono in sua presenza e si fidano di lui. Quando usa Belphegor, Ogami cambia la foggia dell'uniforme, che diventa totalmente nera. È una modifica molto simile a quando Ichigo di Bleach usa il Bankai. Dopo la resurrezione di Code:Emperor, alla perdita del potere Ogami, per riaverlo, deve aspettare meno di 24 ore, a differenza di tutti gli altri Code:Breaker. Ogami è molto bravo a suonare il pianoforte, e Sakura lo accusa del fatto che dalla sua musica traspare un chiaro intento omicida. Nelle ultime vignette del capitolo 124 Sakura, ferita mortalmente da Aoba durante lo scontro tra quest'ultima e Ogami, caduta in uno stato di coma, ha una visione del suo passato e nel corso di questa chiama Ogami con il nome di Chibigami. Ha una passione per la costruzione di modelli in miniatura di castelli giapponesi, e conosce a memoria la storia di molti di loro. Non gli piace che qualcuno li tocchi e si vergogna di questo suo hobby.